Medicina biomolecolare

PRESTAZIONI

Guarda tutte le prestazioni

I NOSTRI MEDICI

GIORNI & ORARI VISITE

  • Lunedìdalle 9.00 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 17.30
  • Martedìdalle 9.00 alle 12.30
  • Mercoledìdalle 9.00 alle 12.30
  • Giovedìdalle 9.00 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 17.30
  • Venerdì------------------------------
  • Sabato------------------------------

Medicina biomolecolare

Il metodo clinico usato dalla medicina biomolecolare funzionale focalizza l’attenzione sui bersagli (organi e apparati) si valutano i problemi ad un livello cellulare.


L’analisi si focalizza sulle più basilari disfunzioni cellulari andando molto più profondamente alla radice del problema piuttosto che curandone solo la sua espressione (sintomi).

 

Questo tipo di approccio considera ogni parte dell’organismo in relazione a tutte le altre (visione organica olografica e omeodinamica) e ogni organismo con caratteristiche e modi di reagire propri e unici.


Ogni caso deve dunque essere gestito individualmente e non seguendo protocolli standardizzati.

 

In alcuni casi, poi, la causa non sembra avere alcun nesso con la malattia perché a partenza da organi o apparati differenti da quello colpito.


Solo considerando l’equilibrio organico in modo “omeodinamico” e non “omeostatico” si può giungere alla causa primaria.


Spesso, la causa primaria è il punto di partenza da cui si diramano varie disfunzioni biochimiche in grado ognuna di dar luogo ad una patologia.

 

Questo spiega come molte persone lamentino più malattie contemporaneamente (concetto di co-morbidità).


E’ facile, infatti trovare persone affette ad esempio da obesità, lamentare anche un eccesso di colesterolo, ipertensione, artrosi ecc… Senza un approccio funzionale s’incorrerebbe nell’errore di curare tali problematiche singolarmente sovraccaricando il malato di farmaci differenti e solo sintomatici.

 

La farmacologia, inoltre, raramente considera o conosce i rischi dati da associazioni farmacologiche plurime così come prende poco in considerazione la farmacodinamica a seconda delle età.


L’anziano, a causa dell’invecchiamento, presenta una fisiologia molto differente da quella del bambino e del giovane adulto.

 

I farmaci quindi vengono metabolizzati in modo diverso col rischio di innescare reazioni iatrogene (provocate da farmaco).


E’ noto ad esempio nell’anziano il possibile effetto similparkinson provocato dalla metoclopramide, farmaco estremamente diffuso per eliminare piccoli disturbi digestivi.


Intervenendo invece con un’ottica di medicina biomolecolare volta a correggere in modo personale le vere cause dei problemi, potrebbe essere sufficiente una terapia nei confronti dello squilibrio iniziale per ottenere ottimi risultati su tutte le disfunzione prodottesi a valle.

 



Per prenotare una visita telefonicamente: Tel 02.49.85.58.1

I NOSTRI MEDICI

GIORNI & ORARI VISITE

  • Lunedìdalle 9.00 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 17.30
  • Martedìdalle 9.00 alle 12.30
  • Mercoledìdalle 9.00 alle 12.30
  • Giovedìdalle 9.00 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 17.30
  • Venerdì------------------------------